Referendum: vittoria dei veneti!

 

I risultati di oggi dimostrano che quella dell'autonomia sia una causa che accomuna la stragrande maggioranza dei veneti. Non gli elettori di un partito, ma dell'intera Comunità Veneta

Il successo di oggi è stato possibile solamente grazie a tanti elettori progressisti che, sebbene lontani dall'attuale governo regionale, hanno scelto di votare per l'autonomia ribellandosi ai diktat dei partiti di centro sinistra italiano.

Sanca, suo malgrado, è stata l'unica realtà progressista inequivocabilmente a favore del referendum e dell'Autogoverno. Tuttavia, il nostro lavoro comincia oggi. Nei prossimi mesi ci aspetta una missione fondamentale: rappresentare la voce di questi cittadini.

Leggi tutto...

Referendum: Approvato!

Il 12 giugno 2014 il Consiglio Regionale del Veneto ha approvato con un voto a maggioranza di 30 consiglieri su 45 presenti, la PDL 342 per l'indizione di un Referendum Consultivo in cui i Veneti saranno chiamati ad esprimere il loro parere in merito alla permanenza del Veneto all'interno dello stato Italiano o la costituzione di una nuova Repubblica a tutti gli effetti Indipendente.

E' un grande passo avanti nella battaglia che si svolge attorno al tema indipendentista, ma è un segnale importante che pone al centro del dibattito, la vera protagonista che dal consiglio è uscita vittoriosa: la Democrazia, posto che sarà Completa e Libera, solo a referendum avvenuto e al rispetto che le istituzioni Italiane e Venete vorranno dare all'espressione popolare.

Il consigliere Pettenò al quale ci legano più di una visione della politica e di come il nostro territorio dovrebbe essere amministrato, ha preferito non votare per protesta contro i metodi e le basi su cui si poggia questa iniziativa. Siamo d'accordo con lui e con tutti quelli che ritengono che un miglior percorso, che avesse contemplato la riappropriazione della nostra cultura, della nostra storia, una iniziativa che fosse completamente inclusivista e non di schieramento o colore politico, sarebbe stata migliore e più difficilmente strumentalizzato, sia da chi è favorevole come noi che i Veneti possano esprimersi, sia da chi, pur essendo Democratico non vuole assolutamente far esprimere il voto.

Con tutto ciò premesso e con l'invito rivolto a Pietrangelo, alla FDSV e ad ogni soggetto di sinistra, di un confronto ragionato sul tema dell'Indipendenza e del Sovranismo, oggi avremmo voluto vederlo votare SI ad un progetto che demanda al popolo la decisione su un tema che interessa il futuro del nostro territorio.

Da oggi inizia una fase di sostegno all'indizione del Referendum e alla corretta informazione su come l'Indipendenza possa essere favorevole al nostro territorio, ai suoi cittadini e ai popoli d'Italia, vittime in egual modo, dello stesso sistema che sta strozzando ognuno di noi. Un nuovo concetto di potere, più vicino e più controllabile dalla base, un nuovo modo di intendere la cosa pubblica, l'utilizzo delle risorse e l'amministrazione dei beni.

W San Marco!

Matteo Visonà Dalla Pozza

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS