Sanità - Non tutto è oro quel che luccica!

 

Non tutto è oro quello che luccica.

Anche nel lustro della sanità veneta ci sono aspetti opachi che meritano una riflessione seria. Il Piano Socio Sanitario Regionale 2019 – 2023 in discussione in questo periodo a palazzo Balbi dà l’occasione per evidenziare alcune criticità che non possono essere cancellate né da indicatori molto buoni rispetto alla media nazionale, né da costanti autocelebrazioni che Zaia, Mantoan e Coletto praticano, in consonanza con la politica dell’annuncio di matrice italiana. La promozione dell’Assessore Regionale Coletto – in origine uomo del garante della sanità privata veneta Tosi - a Sottosegretario alla Sanità è stata un’altra occasione di autoincensazione: siamo talmente bravi che chiamano i nostri a mettere a posto le cose a Roma. Questa l’ormai ripetitiva antifona.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS