Museo Islamico e Museo Veneto a Venezia: Sì

 

Intorno al dibattito sul museo islamico a Venezia, tre sono le obbiezioni al progetto. La prima critica il senso storico, identitario e culturale di un museo islamico a Venezia; la seconda invece riguarda l'inesistenza di arte occidentale in territori musulmani; la terza l'assenza di un museo “comprensivo” della storia della civiltà Veneta. Discutiamo questi tre argomenti.

Leggi tutto...

Tanko? No Grandi Navi

Tanki? I veri assalitori di Venezia sono le grandi navi.

Qual'è il vero nemico di Venezia? Un tanko che procede a 1km/h o navi mastodontiche che ogni giorno minacciano la città?

Sono grandi, larghe e minacciose e non sono le ruote cingolate del “Tanko”. Sono le navi da crociera che ogni giorno, dal 18 marzo 2014, hanno ricominciato a passare nel bacino di San Marco. Poco importa che i danni che questi giganti del mare affliggono alla città lagunare siano chiari e sotto gli occhi di tutti: dai problemi di sicurezza a quelli dell'inquinamento (ambientale e visivo) passando per i danni causati dalle onde di superficie e il “dislocamento”. Problemi da molto tempo denunciati dal Comitato No Grandi Navi.

Primo giorno e prima nave che attraversa bacino di San Marco dopo sei mesi di chiusura, e arriva l'incidente. Una nave da crociera MSC, 137'936 tonnellate di stazza lorda, entra, nella sua “normalità”, nella laguna veneta. Dopo aver sorpassato il bacino, all'arrivo alla stazione marittima, il mostro marino compie una manovra sbagliata che lo porta a schiantarsi contro uno dei corridoi passeggeri (i cosiddetti “finger”).

In un Veneto scosso dagli arresti indipendentisti, dove un Tanko è costato la libertà a 24 venetisti, ci chiediamo quale sia l'arma potenzialmente più dannosa per Venezia: una ruspa adibita a “panzer” o una nave di 330 metri di lunghezza e 37 di larghezza?

Non è allarmismo, è rischio calcolabile. Non ci è dato infatti sapere cosa sarebbe successo se tale errore di manovra fosse avvenuto nel bacino di San Marco. Ciò di cui siamo certo è che la battaglia contro le grandi navi non può che inscriversi nelle lotte che una sinistra indipendentista deve intraprendere. La solidarietà e l'appoggio di Sanca va a tutti i movimenti che da anni combattono questo sfregio a Venezia, nella speranza di poterci unire attivamente in questa battaglia.

Stefano Zambon

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS