# 604 - STIMOLARE L'INNOVAZIONE SOSTENENDO LE PMI NEL CAMPO BREVETTUALE

 

Ogni azienda, libero professionista o per chi intenderà iniziare a proporre propri prodotti o idee al mercato, dovrebbe avere accesso ad un’assistenza legale ed economica in campo brevettuale. 

Un'azione necessaria perché le aziende venete possano intraprendere, ove necessario, la difesa della proprietà intellettuale. Sappiamo che siamo agli sgoccioli per un sistema brevettuale comune europeo , cosa molto utile e auspicata, ma sappiamo anche quanto sia difficile intraprendere una causa legale internazionale soprattutto se siamo una piccola, piccolissima o media impresa. Grazie a ciò, le aziende venete potranno crescere e non dovranno preoccuparsi di eventuali attacchi di grossi gruppi che potrebbero bloccare sul nascere ogni libera iniziativa di un giovane pieno di idee. 

Come esempio possiamo portare il caso di un ragazzo che fonda una star-up e brevetta un prodotto in campo farmaceutico. Nel caso del brevetto europeo, se ci fosse una causa in materia medicale, sarebbe Londra la sede della disputa. Notoriamente le cause brevettuali in Inghilterra hanno cifre da 5 a 6 zeri e sarebbe quindi una lotta tra Davide e Golia solo che in questo caso, l’eroe biblico, se lasciato solo, non riuscirebbe a farcela. Altro problema sono le truffe legate ai brevetti. Solo negli Stati Uniti si stima che, mentre la guerra al terrorismo dal 9/11/2001 al 2011 è costata 123 miliardi di dollari, il costo economico delle false cause in campo brevettuale, è di 500 miliardi di dollari.

Il Veneto può e deve fare di più per aiutare le proprie imprese, e garantire un'assistenza in campo brevettuale va in questa direzione

 
Ultima modifica ilMercoledì, 16 Novembre 2016 12:16